Tendenze delle piccole imprese 2024: quali sono le tendenze nelle piccole imprese? 📈

Guardando al 2024, il rapporto Small Business Trends è come un quadro generale di ciò che sta accadendo alle piccole imprese in America.

È nato parlando con molti proprietari di piccole imprese che lavorano davvero duramente. Condividono le loro storie sulla gestione di un'impresa, cosa sperano per il futuro e come stanno affrontando tutti i grandi cambiamenti che stanno accadendo intorno a loro.

Questo rapporto mette insieme tutte queste storie per mostrare com'è la vita per le piccole imprese e cosa c'è di nuovo e di cambiamento per loro.

Le tendenze per le piccole imprese di quest'anno sono le seguenti:

Categoria Dettagli
Motivazione per avviare un'impresa Il 60.87% voleva essere l'amministratore delegato di se stesso; Il 47.64% è insoddisfatto del mondo aziendale
Motivazione degli imprenditori 31.00% motivato dalla passione; Il 21.36% ha iniziato per opportunità o disoccupazione
La felicità degli imprenditori Il 74.86% ha riferito di essere abbastanza o estremamente felice; Indice medio di felicità: 3.95 su 5
Divisioni generazionali Boomer del divario generazionale: 45.45%; Generazione X: 46.46%; Millennial: 7%; Generazione Z e imprenditori del dopoguerra: meno dell’1%
Diversificazione aziendale Imprenditrici donne: 22.35%; Imprenditori uomini: 77.47%
Demografia razziale Caucasici o bianchi: 84.75%; Origine nera o afroamericana, ispanica, latina o spagnola, asiatica o asiatico-americana: circa il 4% ciascuno
Affiliazione politica Indipendente/non affiliato: 31.87%; Repubblicano: 41%; Democratico: 22%
Età degli affari 0-5 anni: 51%; 6-10 anni: 22.68%; 11-15 anni: 11%; 16+ anni: meno dell'8%
Tipo di attività Indipendenti, non in franchising: 58.98%; Affiliati: 41.02%
Le migliori industrie Vendita al dettaglio: 15.05%; Alimentari e ristoranti: 13.71%; Servizi alle imprese: 10.10%
Redditività Il 65% degli imprenditori ha dichiarato di aver realizzato profitti
Espansione aziendale Il 51.80% si è concentrato sull'ampliamento della sede attuale, il 26% sul mantenimento dell'attuale stato dell'attività
Sfide di assunzione Reclutamento e fidelizzazione del personale: tema centrale per oltre il 50%; Il 70.73% ritiene che l'assunzione sia alquanto o estremamente impegnativa
Risposta alle sfide di assunzione Aumento salariale del 63.17%; Il 33% si è concentrato sul mantenimento del personale attuale
Impatto Pandemico L’83.36% ritiene che la propria attività sopravviverà al COVID-19
Occupazione nelle piccole imprese Le piccole imprese impiegano il 46.8% della forza lavoro privata

Nel 2024, chi saranno i proprietari delle piccole imprese?

Mentre ognuno ha le proprie ragioni per avviare un'impresa, ci sono alcuni motivi comuni. Gli imprenditori hanno iniziato le loro iniziative principalmente perché volevano essere il CEO di se stessi (60.87%) ed erano insoddisfatti del mondo aziendale negli Stati Uniti (47.64%).

Un numero considerevole di imprenditori (31.00%) si è dichiarato motivato dalla possibilità di perseguire la propria passione, mentre una percentuale significativa (21.36%) ha dichiarato di aver iniziato a lavorare perché si è presentata un'opportunità o perché era recentemente disoccupata (23.44%).

Anche la noia o lo stress economico dopo il pensionamento sembrano essere un fattore, con oltre il 20% degli intervistati che afferma di aver lanciato la propria azienda perché "non era pronto per andare in pensione".

Tendenze per le piccole imprese

Immagine di credito: Pexels

Nonostante le difficoltà legate alle assunzioni e al COVID-19, la stragrande maggioranza dei proprietari di piccole imprese (74.86%) ha dichiarato di essere abbastanza o estremamente felice.

Circa il 15% degli imprenditori si è detto piuttosto o molto turbato, il restante 10% del totale si è dichiarato neutrale.

La valutazione media era di 3.95 su una valutazione da 1 a 5, con 1 che indicava "estremamente infelice" e 5 che indicava "molto felice". Rispetto ad altre scale di felicità in tutto il mondo, i proprietari di aziende sembrano essere più felici dei normali americani.

Le prime due divisioni generazionali quest’anno sono state i Generation Gap Boomers (45.45%) e la Gen X (46.46%).

I Millennial rappresentano poco più del 7% degli individui intervistati, mentre i più anziani e i più giovani tra noi – gli “Zoomers” della generazione Z e gli imprenditori del dopoguerra – rappresentano meno dell’1%. Nei prossimi anni prevediamo che la percentuale dei proprietari di aziende della Gen X continuerà ad aumentare.

Vale la pena notare che la mancanza di Millennial tra i nostri intervistati contraddice chiaramente altre statistiche pubblicate che implicano che l’imprenditorialità dei Millennial è in aumento.

Che sia perché i Millennial sono riluttanti a etichettare le loro attività come “piccole imprese”, o perché l’epidemia ha avuto un impatto sproporzionato sulle imprese dei Millennial, o per qualcos’altro, i nostri risultati si contraddicono a vicenda.

Diversificazione aziendale

Nel nostro sondaggio di quest’anno, le donne titolari di piccole imprese hanno subito un duro colpo, in linea con le tendenze nazionali.

Quest'anno le donne rappresentavano solo il 22.35% degli imprenditori intervistati, mentre gli uomini costituivano la stragrande maggioranza (77.47%). Solo circa l’1% degli intervistati ha scelto un’identità diversa da quella femminile o maschile.

La maggior parte dei partecipanti al sondaggio è stata descritta come caucasica o bianca (84.75%). Con circa il 4% ciascuno, gli individui che si identificavano come "neri o afroamericani", "ispanici, latini o di origine spagnola" e "asiatici o asiatici-americani" sono arrivati ​​rispettivamente al secondo e terzo posto.

SEO per attività di negozi locali

Immagine di credito: Pexels

Gli indigeni americani rappresentavano l'1.21% dei proprietari di società intervistati. Gli intervistati dal Medio Oriente o dal Nord Africa rappresentavano l'1.04% del totale, mentre i nativi hawaiani e gli abitanti delle isole del Pacifico costituivano meno dell'1%.

Mentre i sondaggi dell'anno precedente hanno mostrato un aumento della varietà di proprietari di piccole imprese, quest'anno non ci sono prove di tale modello. Non possiamo dire se ciò sia dovuto agli effetti della pandemia o a una differenza nelle tecniche di campionamento di quest'anno.

La mia missione è aumentare il numero di individui che prosperano nelle piccole imprese, in particolare imprenditori di colore, altri gruppi svantaggiati e donne imprenditrici.

Spero sinceramente che la diversità di questi numeri continui a crescere nei prossimi anni.

Affiliazione a un partito politico

Gli elettori indipendenti o non affiliati si sono presentati in massa a queste elezioni. 1/3 degli elettori (31.87%) ha affermato di non "conformarsi o di non sentirsi riconosciuto da alcun partito politico". Il repubblicanesimo è stato identificato da circa il 41% degli intervistati.

L'identificazione democratica è stata data dal 22% degli intervistati. Solo circa il 6% degli intervistati ha dichiarato di sostenere un partito politico diverso.

Nel 2024, come appariranno le piccole imprese?

Gestire una piccola impresa può essere incredibilmente impegnativo. In effetti, la ricerca mostra che solo circa il 50% delle piccole imprese sopravvive ai primi cinque anni, e solo circa un terzo di esse riesce ad arrivare al traguardo dei 10 anni.

L’indagine supporta questi risultati, poiché oltre il 51% degli intervistati ha dichiarato di avere attività con un’età compresa tra 0 e 5 anni, mentre il 22.68% ha riferito di avere attività con un’età compresa tra 6 e 10 anni.

Circa l’11% degli imprenditori ha affermato che la propria azienda aveva 11-15 anni, mentre meno dell’8% ha affermato che la propria azienda aveva 16 anni o più.

Avvia un'attività fisica
iStock

Infine, circa il 7% delle imprese censite non è ancora nata ma non è classificabile come aperta.

Indipendenza

Le imprese indipendenti e non in franchising costituivano una ristretta maggioranza delle imprese (58.98%).

In particolare, il 31.76% degli intervistati ha dichiarato di aver lanciato la propria azienda acquistando una struttura già esistente chiavi in ​​mano. Si tratta di una percentuale appena superiore a quella degli imprenditori che hanno creato la propria attività da zero (27.22%).

Gli affiliati rappresentavano il 41.02% di coloro che hanno risposto allo studio e preferivano in gran parte l'apertura di un nuovo sito in franchising (31.00%) all'acquisto di una posizione in franchising consolidata (10.02%).

Industria

La vendita al dettaglio (negozio, eCommerce o altro) è stata la categoria del settore più popolare quest'anno, rappresentando il 15.05% del totale. Food & Restaurants è al secondo posto (13.71%), seguito dai servizi alle imprese (10.10%).

I servizi di bellezza, salute e fitness (9.71%) e i servizi residenziali e aziendali (9.33%) hanno completato quest'anno i primi cinque settori.

Il sondaggio ha rivelato che meno del 6% delle 14 categorie aveva una percentuale di imprenditori redditizi.

Considerate le difficoltà degli ultimi anni, non c'è da stupirsi che il 35% degli imprenditori affermi che la propria azienda non è redditizia. Ma anche questo non è un problema. Oltre la metà delle imprese esaminate ha cinque anni o meno.

Data la consapevolezza convenzionale che un'azienda impiega 2-3 anni per avere successo, è comprensibile che molti di loro debbano ancora farlo.

L'atto deve andare avanti e i proprietari di piccole imprese non fanno eccezione. Mentre poche persone vogliono stabilire un'altra sede o avviare un nuovo servizio (12.10 percento), ancora meno vogliono vendere la propria azienda (10.02 percento).

Un'ampia percentuale di imprenditori (51.80%) si concentra sull'espansione della propria sede attuale, mentre il restante 26% si preoccupa di mantenere lo stato attuale della propria attività.

Aumentare il personale (51.04%), espandere o aggiornare la propria azienda (41.02%) e investire nel marketing online sono stati i tre principali obiettivi per gli imprenditori nel 2022. (39.70%).

Dato l'attuale alto costo di costruzione, la seconda affermazione, l'espansione o il potenziamento dell'azienda, è particolarmente scioccante. È probabile che gli imprenditori si stiano affrettando a completare le espansioni al fine di sigillare i tassi di interesse sui prestiti alle imprese ridotti.

All'inizio, i potenziali imprenditori avranno un vantaggio se si concentrano su queste tre cose: assumere dipendenti affidabili, investire nel marketing online e fornire un'esperienza cliente competitiva.

Assunzione nel mezzo delle grandi dimissioni

Oltre il 50% degli intervistati ha indicato il reclutamento e la fidelizzazione del personale come uno dei 1 problemi principali e, quando è stato chiesto quanto fosse difficile, il 3% di coloro che hanno cercato di assumere ha affermato che era piuttosto o estremamente impegnativo rispetto agli anni precedenti.

I cambiamenti nelle operazioni in reazione al COVID-19 (32.14%), la carenza di capitale/flusso di cassa (31.57%) e il lavoro amministrativo (23.25%) sono stati i tre principali problemi alla base della fidelizzazione e del reclutamento.

Secondo resoconti popolari, una minoranza significativa di imprenditori ha espresso preoccupazione per l’aumento dei costi delle materie prime e per i problemi della catena di approvvigionamento.

Tuttavia, alla domanda sulle cause della difficoltà nel coprire i posti vacanti, sono emersi diversi modelli.

Le due sfide principali, secondo gli imprenditori, sono il numero limitato di candidature (46.86%) e la competitività di altre aziende (30.43%), accompagnate dalla mancanza dell'esperienza lavorativa richiesta (27.05%) o della competenza tecnica (23.67%) in i candidati che FANNO domanda.

Reazione delle piccole imprese

Gli imprenditori hanno aumentato in modo schiacciante (63.17%) i salari in risposta a problemi di fidelizzazione e reclutamento. Il XNUMX% sta lottando contro le Grandi Dimissioni facendo uno sforzo significativo per mantenere il personale presente.

L'espansione degli sforzi pubblicitari per le iscrizioni (22.93%), il miglioramento dei vantaggi (17.80%) e l'assegnazione di bonus per il reclutamento sono state le ultime tre tecniche tra le prime cinque (16.34%).

Piccole imprese

Immagine di credito: Pexels

Nonostante il fatto che abbiamo esaminato i ruoli più difficili da ricoprire, nessun particolare tipo di posizione è emerso come più o meno problematico, a dimostrazione del fatto che le Grandi Dimissioni hanno avuto un impatto su tutti i set di abilità e verticali.

Quali sono le competenze che mancano ai candidati?

Comunicazione (54.55%), lavoro di squadra (46.56%), gestione delle vendite e dei rapporti con i clienti (38.36%), pensiero analitico e risoluzione dei problemi (36.36%) e flessibilità sono state le cinque competenze del personale più importanti citate dai proprietari di piccole imprese.

Purtroppo, più di 1/3 degli intervistati ha affermato che i candidati mancavano di pensiero analitico e di capacità di comunicazione su base regolare.

Le aziende hanno inoltre espresso preoccupazione per la mancanza di adattabilità dei candidati, di capacità di gestione del tempo, di capacità di gestione delle vendite e delle relazioni con i clienti e di apertura alle critiche.

Le piccole imprese sono ancora colpite dalla pandemia?

L’impatto della pandemia sulla vita degli americani ha reso gli intervistati diffidenti nell’adottare opinioni forti.

Alla domanda su cosa pensassero delle piccole imprese nell'attuale clima politico, meno del 5% degli imprenditori ha affermato di sentirsi molto fiducioso. L'XNUMX% ha espresso estremo scetticismo.

La maggioranza era "piuttosto" fiduciosa (31.62%) o insicura (31.62%) (32.30%). Il resto del 20% era indifferente.

Interrogata sulle implicazioni a lungo termine della pandemia, tuttavia, la maggior parte dei rispondenti (46.74%) ha espresso una certa o alta fiducia.

Poco più del 27% degli imprenditori ha dichiarato di essere un po' insicuro, mentre il 7.56% ha dichiarato di essere molto insicuro. Il 18% dei proprietari si è dichiarato indifferente.

Dato che il 54.60% degli imprenditori ritiene che gli effetti della pandemia si facciano ancora sentire, questo è un indicatore significativo di ottimismo tra le piccole imprese americane.

Le buone notizie continuano: l'83.36% degli imprenditori ritiene che la propria azienda resisterà alla pandemia di COVID-19.

Il futuro delle piccole imprese negli Stati Uniti

Le piccole imprese impiegano il 46.8% della forza lavoro privata e sono state la forza trainante della ripresa del COVID. Secondo la nostra ricerca, meno di un quarto delle piccole imprese ha licenziato o licenziato dipendenti. La linfa vitale dell'America è una piccola impresa.

Anche se il peso dell’epidemia di COVID-19 e le Grandi Dimissioni sembrano essere alle nostre spalle, gestire una piccola impresa non è mai stato semplice.

Link veloci:

Conclusione: Tendenze per le piccole imprese 2024

Le piccole imprese in America si trovano ad affrontare diverse sfide ma stanno anche trovando nuove opportunità.

Le tendenze mostrano che le piccole imprese sono una parte vitale dell’economia e si adattano e crescono continuamente.

Sei un piccolo imprenditore? Questo articolo ti ha aiutato in qualche modo? Facci sapere i tuoi pensieri e feedback nella sezione commenti qui sotto.

fonti:

Nessuna di queste fonti è menzionata nuovamente sul sito web, quindi inserirò qui il collegamento al sito web di origine https://www.guidantfinancial.com/small-business-trends/

Alisia Emerson
Questo autore è verificato su BloggersIdeas.com

Con oltre 15 anni di esperienza nel personal branding, nello sviluppo personale e nell'alfabetizzazione finanziaria al suo attivo, Alisa si è guadagnata la reputazione di esperta oratrice principale. È anche un'esperta di argomenti che vanno dallo sviluppo personale, alle notizie economiche agli investimenti e condivide volentieri queste conoscenze con il pubblico attraverso interventi di keynote e seminari di artigianato per gruppi di scrittori locali e conferenze di libri. Grazie alla sua profonda conoscenza dell'arte della scrittura, Alisa offre anche corsi di narrativa online per guidare gli aspiranti autori a raggiungere il successo attraverso l'eccellenza nella composizione delle storie.

Divulgazione di affiliazione: In piena trasparenza - alcuni dei link sul nostro sito web sono link di affiliazione, se li utilizzi per effettuare un acquisto guadagneremo una commissione senza costi aggiuntivi per te (nessuna!).

Lascia un tuo commento