22 Riepilogo degli esperti SEO: la migliore strategia SEO per le piccole imprese 2024

In questo post, abbiamo effettivamente presentato il post di riepilogo degli esperti sulla migliore strategia SEO per le piccole imprese. Esperti SEO di tutto il mondo condividono la loro strategia SEO segreta per le piccole imprese.

La migliore strategia SEO per le piccole imprese

Diamo un'occhiata all'opinione degli esperti sulla migliore strategia SEO per le piccole imprese.

Sommario

Raccolta di 22 esperti SEO sulla migliore strategia SEO per le piccole imprese nel 2024

1) Kent Lewis

Kent Lewis è Presidente di Anvil Media Inc., un'agenzia di marketing digitale pluripremiata fondata nel 2000. Dal 1999 ha fondato o co-fondato quattro agenzie e due associazioni professionali (SEMpdx e pdxMindShare).

Lewis è professore a contratto presso la Portland State University dal 2000, dove attualmente insegna marketing per i motori di ricerca. Lewis ha ricevuto il premio Top 40 Under 40 del Portland Business Journal ed è stato nominato Marketer of the Year dall'American Marketing Association Oregon.

Kent Lewis

Sito internet / blog: www.anvilmediainc.com

La migliore strategia SEO di Kent per le piccole imprese

Come professionista dell'agenzia professionale specializzata in SEO dal 1996 e proprietaria della mia agenzia di marketing misurabile dal 2000, ho alcune considerazioni sull'ottimizzazione della pagina del prodotto.

Ho delineato i miei suggerimenti di seguito:

Suggerimento 1: Incorpora parole chiave pertinenti nella copia della pagina del prodotto e nel codice per Algoritmo di ranking di Google, i fattori di pertinenza si concentrano sulle parole chiave incorporate nella pagina del prodotto. Quando si tratta di aiutare Google a classificare le pagine dei tuoi prodotti al di sopra della concorrenza, è essenziale incorporare parole chiave pertinenti all'interno del corpo del testo e del codice, in particolare tag titolo, intestazione ( ), Tag ALT.

Suggerimento 2: Sfrutta il markup dello schema. Fai conoscere a Google gli attributi chiave del prodotto per massimizzare l'opportunità di apparire nei risultati di ricerca e nei feed correlati. Gli elementi potrebbero includere marca, prezzo, disponibilità, recensioni e così via. Per i dettagli, consulta la risorsa per sviluppatori di Google:

22 cose che ancora non stai andando bene con la SEO


2)Raelyn Tan

Raelyn Tan è una stratega di blog e marketing digitale presso raelyntan.com, dove aiuta gli imprenditori online ad avviare, crescere e monetizzare i loro blog e le loro attività. È specializzata nell'aiutare le aziende invisibili ad ottenere più traffico e abbonati.

Raelyn Tan

Sito internet / blog: https://raelyntan.com

La migliore strategia SEO di Raelyn per le piccole imprese

Inizia impiegando strategie di ottimizzazione in loco e ottimizzando il tuo sito web per parole chiave pertinenti. Quindi, creerei una strategia di sensibilizzazione per essere presentato su quanti più siti possibile al fine di costruire un profilo di backlink più forte. Hai bisogno di un gancio e di una storia avvincenti che attirino abbastanza attenzione in modo che la tua attività sia vista come abbastanza unica da essere presentata e intervistata da influencer, blogger e leader di pensiero in rete. Mettiti in contatto con loro con la tua storia e aumenta l'influenza del tuo marchio online da lì.


3) Mike Schimer

Mike Schiemer è un imprenditore frugale per tutta la vita, pluripremiato marketer digitale, influencer sui social media e consulente SEO molto ricercato. Oltre ad avviare diverse società in proprio, Schiemer ha lavorato con molte multinazionali multimiliardarie nel marketing dei contenuti e nelle campagne sui social media. È il proprietario di 10 siti Web, incluso Bootstrap Business, nonché l'autore di 2 libri tra cui The $ 10 Digital Media Startup.

Mike-Schiemer-

Sito internet / blog: https://www.myfrugalbusiness.com

La migliore strategia SEO di Mike per le piccole imprese

La pubblicazione degli ospiti su altri blog di alta qualità nella tua nicchia è ancora uno dei migliori strategie SEO per le piccole imprese nel 2019. Sebbene possa richiedere un po 'di tempo e impegno, è un modo gratuito per guadagnare backlink eccezionali, traffico di referral, consapevolezza del marchio e nuove relazioni commerciali. Alcuni marketer pensano che la pubblicazione degli ospiti sia morta. La loro percezione è guidata dal fatto che Google ha già iniziato a reprimere i siti Web che pubblicano palesemente ospiti su larga scala per i collegamenti.

Certo, Google ha represso alcuni siti web o Private Blog Network (PBN) e Matt Cutts ha detto che "il guest blogging è finito" nel 2014. Guest what, guest blogging funziona ancora alla grande nel 2019. Se fatto bene, guest blogging è ancora un metodo incredibilmente efficace per acquisire collegamenti DA / DR (Domain Authority / Rating) elevati per una migliore SEO. Di seguito è riportata una semplice suddivisione di una procedura di base da seguire quando si cercano opportunità di pubblicazione di ospiti di qualità nella nicchia della propria azienda.

Innanzitutto, utilizza operatori di ricerca pertinenti. I seguenti esempi offrono un buon punto di partenza per opportunità di post sul blog degli ospiti. - La tua parola chiave intitle: "scrivi per noi" - La tua parola chiave inurl: / guest-post / - La tua parola chiave intitle: "scrivi per me" - La tua parola chiave "diventa un collaboratore" - La tua parola chiave intitle: "contribuisci a" - La tua parola chiave "linee guida per i post degli ospiti" Dopo aver compilato un elenco di siti web che consideri una buona corrispondenza per il tuo marchio in termini di pubblico e metriche, è il momento di contattare i proprietari.

Utilizza le pagine WHOIS o Contattaci per trovare le informazioni di contatto del proprietario del sito Web o del blog e creare un foglio di calcolo rapido. Quando contatti questi proprietari di blog e webmaster, tieni sempre presente che fornire contenuti di valore per il loro pubblico è l'obiettivo più importante da raggiungere. La promozione della tua azienda dovrebbe essere la seconda se vuoi una reale possibilità di essere pubblicato.

Sebbene dovresti personalizzare il più possibile le tue e-mail di sensibilizzazione, ecco un'e-mail di esempio efficace che puoi utilizzare per guest blogging o sensibilizzazione: Oggetto: mi è piaciuto il tuo post recente e vorrei collaborare Salve [INSERT NAME], ho recentemente trovato il titolo del tuo post [BLOG POST TITLE] e mi è piaciuto come [CUSTOM POST MESSAGE]. Anch'io sono uno scrittore e apprezzerei l'opportunità di scrivere un piccolo pezzo per il tuo sito. Accetti collaboratori esterni al tuo blog?

Ho 3 idee per post sul blog che penso sarebbero fantastiche per il tuo pubblico: - IDEA UNICA 1 - IDEA UNICA 2 - IDEA UNICA 3 Mi piacerebbe creare uno schema per la tua recensione. Non vedo l'ora di sentire cosa ne pensi. Ecco alcuni degli articoli che ho pubblicato di recente: - ESEMPIO URL 1 - ESEMPIO URL 2 - ESEMPIO URL 3 Saluti, [IL TUO NOME] [LA TUA AZIENDA / SITO WEB / SOCIAL MEDIA HANDLE] Per risultati ottimali, segui sempre il tuo backlink iniziale creazione di email di sensibilizzazione; è sufficiente un massimo di tre messaggi di posta elettronica totali, ciascuno inviato a distanza di pochi giorni o una settimana. Assicurati di essere professionale e sincero nei tuoi messaggi ed evita di sembrare invadenti.

Ancora più importante, usa un linguaggio assertivo e una riga dell'oggetto che attiri l'attenzione per tassi di apertura delle email più elevati. Includere anche un chiaro opt-out per evitare potenzialmente di inviare spam a chiunque. Se raggiungi una dozzina di persone ogni settimana, dovresti essere autorizzato a contribuire ogni volta a diversi blog di alta autorità. Continua così per mesi o anni e puoi vedere come si sommeranno i preziosi backlink.


4) Chris Makara

Dal 2003, Chris Makara ha sviluppato un ampio background di marketing digitale con particolare attenzione a SEO, social media, automazione e analisi. È il fondatore di Bulkly, uno strumento di automazione dei social media per privati ​​e piccole imprese. Sentiti libero di trovarlo su LinkedIn o Twitter.

Chris Makara

Sito internet / blog: https://chrismakara.com

Chris Best SEO Strategy per le piccole imprese

Sebbene non esista una strategia SEO valida per tutti, ci sono componenti fondamentali che lo faranno costruire una solida base per le piccole imprese. Tra i componenti principali ci sono: - Avere contenuto creato per le diverse parti della canalizzazione (TOFU, MOFU, BOFU) - Un piano di marketing dei contenuti che sfrutta le risorse per proteggere i collegamenti in entrata - Elenchi NAP coerenti - Sito Web a caricamento rapido che sfrutta la memorizzazione nella cache, script minimi , eccetera. -

SEO in loco (titoli delle pagine, meta descrizioni, testo alternativo, struttura dell'URL, collegamento interno, schema) - Un sito web progettato prima per i dispositivi mobili, poi per il web - Definizione dei criteri di successo e un modo per tracciarli / misurarli E quando si hanno questi fondamenti posizionalo il tuo sito web si classificherà meglio organicamente. Ma una strategia non è molto buona se non sai quali obiettivi stai cercando di raggiungere.

Pertanto, è necessario definire questi obiettivi e lavorare a ritroso da lì su come si desidera raggiungerli. Ad esempio, sono aumentati i lead dalla ricerca organica? O forse, aumentare i visitatori di ritorno dalla ricerca organica? Non importa quale sia, assicurati di documentare i tuoi obiettivi e di creare uno schema di ciò che servirà per raggiungerli. Perché usare un sacco di tattiche senza obiettivi da raggiungere non è una grande strategia.


5) Emory Rowland

Emory Rowland è una consulente SEO e fondatrice di Leverable, una società che aiuta le aziende sfavorite a superare la concorrenza attraverso la ricerca organica. Oltre 20 anni di ottimizzazione dei siti Web gli hanno insegnato molto sulla vita, gli affari e il comportamento umano.

Emory Rowland

Sito internet / blog: https://leverable.com/

La migliore strategia SEO di Emorys per le piccole imprese

La maggior parte delle piccole imprese locali è disposta a creare un sito Web per supportare i clienti e acquisirne di nuovi. Molti sono disposti a investire in un design per una buona esperienza utente. Altri sono disposti a investire in annunci a pagamento per crescere. È raro che una piccola impresa dedichi risorse significative allo sviluppo di contenuti con prestazioni sostanzialmente migliori rispetto ai concorrenti.

Fare la ricerca, raccogliere i dati, creare la grafica e non accontentarsi di nulla di meno che di contenuti autorevoli esperti e superiori ai concorrenti ha funzionato molto bene per noi. Sto parlando di andare ben oltre l'assunzione di uno scrittore generico per creare alcuni articoli interessanti basati su parole chiave. Farlo in questo modo può essere un processo doloroso per sviluppare contenuti come questo, ma ne vale la pena.


6) Nick Eubanks

Nick è il CEO della società di consulenza strategica digitale, From The Future, e un partner di TrafficThinkTank.com e NK Tech Ventures. Ha costruito e venduto più aziende, dozzine di siti web e la sua anima a Google.

Nick Eubanks

Sito internet / blog: https://nickeubanks.com

La migliore strategia SEO di Nick per le piccole imprese

Lascia che i tuoi concorrenti facciano tutto il lavoro. Dopo aver identificato le tue parole chiave prioritarie (per quanto lungo sia questo elenco, che si tratti di 10 parole chiave o 100 parole chiave), raschia tutti gli URL che si trovano nella pagina 1 di Google per ogni parola chiave. Quindi scarica i profili di parole chiave completi per ciascun URL e confrontali con le tue impronte di ranking per i tuoi URL che hanno come target gli stessi termini: dove ti mancano termini, trova opportunità per lavorare quei termini (e più quindi scrivi su quegli argomenti) sul tuo obiettivo pagine per aumentare immediatamente il numero totale di parole chiave per le quali le tue pagine sono classificate.


7) Maddie Osman

Maddy Osman è un SEO Content Strategist che lavora con clienti come AAA, Automattic, Kinsta e Sprout Social. Il suo background nel web design di WordPress contribuisce a una comprensione a tutto tondo del SEO e di come collegare i marchi a potenziali clienti di ricerca pertinenti.

Maddy Osman

Sito internet / blog: https://www.the-blogsmith.com

La migliore strategia SEO di Maddy per le piccole imprese

Per quanto possa sembrare un cliché, il contenuto è il re, indipendentemente dal settore che servi. I tuoi clienti target sono alla ricerca di risposte a domande che puoi rispondere in modo esperto sul tuo sito web. Mostrando alle persone che sai come risolvere i loro problemi, sei ben posizionato per trasformare quel ricercatore in un vantaggio aziendale.

Quindi assicurati che qualunque contenuto crei, lo stai ottimizzando per una parola chiave pertinente per il tuo pubblico di destinazione. Vuoi anche assicurarti di soddisfare le aspettative che hanno scegliendo i tuoi contenuti in risposta a una query di ricerca. Impara le basi della ricerca per parole chiave e della SEO in loco e andrai lontano quando si tratta di promuovere la tua attività nella ricerca, purché crei ottimi contenuti attorno a queste linee guida!


8) Chris Dryer

Chris Dreyer è il CEO e fondatore di Rankings.io, un'agenzia SEO per avvocati specializzati in lesioni personali. Chris è apparso in numerose pubblicazioni di marketing legale e di ricerca come Legal Ink Magazine, Law Marketing, Attorney At Work, Moz e altro ancora. Con oltre 15 anni di esperienza nell'ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), Chris ha aiutato centinaia di studi legali a ottenere posizioni in prima pagina nei motori di ricerca utilizzando campagne innovative che sono difficili da riprodurre per i concorrenti. Si dedica ad aiutare gli avvocati a ottenere più contatti e ad acquisire più clienti.
Chris-Dreyer

Sito internet / blog: https://rankings.io

Chris Best SEO Strategy per le piccole imprese

Le strategie SEO variano da settore a settore, ma in generale, le piccole imprese dovrebbero concentrarsi sui 2 principali fattori di ranking di Google: link e contenuti. Genera contenuti autorevoli Indipendentemente dal settore, la generazione di contenuti autorevoli e di alta qualità dovrebbe essere una pietra angolare dei tuoi sforzi SEO. Una volta che hai un'idea delle parole chiave a cui punta la tua campagna SEO, genera contenuti che coprano in modo approfondito quelle aree tematiche per il tuo pubblico. Dai un'occhiata a ciò che si classifica nella prima pagina di ricerca di Google e migliora i tuoi contenuti rispetto ai risultati migliori.

Una buona ricerca di parole chiave è importante quando crei la tua strategia per i contenuti. Crea un elenco di frasi di parole chiave basate sull'intenzione di acquisto e informative. Dopo aver selezionato le frasi per le quali la tua azienda deve classificarsi, concentrati su frasi di parole chiave più lunghe e specifiche, che indirizzeranno traffico qualificato al tuo sito. Indipendentemente dalle frasi che scegli, dovrebbero avere tutte un certo volume di ricerca, oltre a essere preferibilmente una bassa concorrenza. Utilizza una pagina separata del tuo sito per scegliere come target ciascuna delle aree tematiche delle parole chiave; i blog funzionano alla grande per questa strategia. Scrivere contenuti autorevoli e ben studiati aiuta Google a determinare che i tuoi contenuti sono pertinenti e utili per gli utenti. Aiuta il tuo pubblico a capire che conosci le tue cose quando si tratta del tuo settore e dà loro un motivo per ascoltarti.

Crea link di alta qualità I backlink sono uno degli aspetti più importanti di una campagna SEO. Il tuo contenuto può essere il migliore, ma nessuno lo vedrà senza una campagna di link building concertata per completarlo. Alcuni anni fa, qualsiasi collegamento era buono, ma la barra è aumentata in termini di ciò che è necessario per spostare l'ago nella ricerca. Cerca collegamenti DA / DR (Domain Authority / Domain Rating) elevati da fonti rilevanti per la tua attività.

Usa uno strumento dedicato (come Moz Link Explorer o Ahrefs) per valutare la qualità di un dominio da cui stai cercando di ottenere un collegamento. Questi strumenti possono essere utilizzati anche per esaminare i domini della concorrenza e vedere quali siti si collegano a loro. Puoi prendere queste informazioni e provare ad acquisire gli stessi collegamenti, lasciandoti su un piano di parità. Un altro modo per ottenere buoni collegamenti al tuo sito è sfruttare le tue risorse e relazioni esistenti. Ad esempio, puoi contattare tutte le associazioni, enti di beneficenza, club, università o organizzazioni non profit a cui potresti essere associato per cercare di ottenere un collegamento sul loro sito.

Se hai rapporti con imprenditori o altri professionisti, questa strategia è ugualmente applicabile qui. Ci sono, ovviamente, molte altre tattiche SEO per ottenere un buon posizionamento di un sito nella ricerca, ma avere una forte strategia di contenuti e link è la chiave per generare risultati significativi e duraturi.


9) Doug Cunington

Doug scrive di SEO, produttività, gestione dei progetti e marketing di affiliazione.

Douglas Cunnington

Sito internet / blog: https://nichesiteproject.com

La migliore strategia SEO di Doug per le piccole imprese

Le piccole imprese devono essere strategiche su dove trascorrono il loro tempo e le loro risorse. Sono un grande sostenitore della Coda Lunga per assicurarmi che ti trovi abbastanza in basso.

E il rapporto aureo delle parole chiave (KGR) può aiutarti a trovare le frasi di ricerca in modo basato sui dati. Se riesci a fare una nicchia, ottieni almeno due grandi vantaggi:

1) La tua concorrenza sarà inferiore, quindi sarai in grado di classificarti senza backlink.

2) I visitatori del tuo sito saranno mirati alla tua attività. Se utilizzi il KGR, sai che i visitatori stanno cercando la soluzione a un problema particolare. La tua piccola impresa può aiutarli a risolverlo.

Il KGR è questo: il numero di risultati di Google che hanno la frase chiave nel titolo diviso per il volume di ricerca mensile locale, dove l'LMS è inferiore a 250. Se il KGR è inferiore a 0.25, dovresti classificarti tra i primi 100 quando la tua pagina è indicizzata. Dovresti comunque posizionarti tra i primi 250 quando il KGR è compreso tra 0.25 e 1. E dovrebbe essere abbastanza veloce.


10) Robbie Richards

Robbie è l'autore di robbierichards.com, il creatore di The SEO Playbook e Direttore della ricerca presso Virayo.

Robbie Richards

Sito internet / blog: https://www.robbierichards.com/seo/best-wordpress-seo-plugins/

La migliore strategia SEO di Robbie per le piccole imprese

Molte piccole imprese servono mercati locali specifici, quindi la SEO locale dovrebbe essere l'obiettivo principale. cioè che appaiono nei map pack locali ogni volta che alcuni cercano i prodotti o servizi che vendono. Questo è di gran lunga il modo n. 1 per incentivare le visite al sito web, il traffico telefonico e / o pedonale nelle piccole imprese locali. Ci sono molte risorse online che delineano le strategie di ricerca locale, ma nella nostra agenzia guidiamo i nostri clienti attraverso un processo abbastanza sequenziale che porta costantemente i risultati sulle mappe locali.

Ecco una breve panoramica

1) Google My Business: Il primo passaggio è configurare e verificare la tua pagina GMB.

2) Ottimizza il profilo GMB: Categoria, descrizione, foto, informazioni aziendali corrette, NAP + W (nome, indirizzo, telefono e sito Web). Nota: se questa piccola impresa ha uffici in più sedi, ti consigliamo di creare una pagina di destinazione per città / paese per ciascuna sede e collegare a quella il proprio profilo GMB. Se sei un unico luogo, collega semplicemente GMB alla tua home page. Nota: utilizza un codice UTM per taggare l'origine del traffico delle mappe locali come GMB all'interno di Google Analytics.

3) Citazioni: Inizia con uno strumento come Yext per inserire immediatamente le informazioni aziendali e NAP nei migliori aggregatori e costruire una solida impronta di citazione.

4) Altre citazioni: Aggiungi ulteriori citazioni di nicchia / locali utilizzando gli operatori di ricerca di Google e strumenti come BrightLocal e Whitespark.

5) Costruisci collegamenti locali: Questo passaggio può assumere molte forme diverse. Un paio di campagne che eseguiamo sono borse di studio, sponsorizzazioni locali e sensibilizzazione dei media locali. Sulle pagine di destinazione della campagna ci colleghiamo alla pagina GMB per trasferire l'equità del collegamento al profilo GMB. Molte aziende perdono questa opportunità.

6) Link DR superiori: Sfrutteremo spesso i dati locali / del settore per creare un'infografica o una mappa interattiva e quindi raggiungere le pubblicazioni regionali e nazionali. Questo di solito ci porterà alla rete alcuni collegamenti di livello medio-alto che indichiamo a pagine locali importanti con un ancoraggio del marchio.

7) Citazioni indice: La maggior parte delle citazioni che crei si trova su siti di directory di grandi dimensioni, il che significa che il tuo profilo potrebbe non essere indicizzato. Per garantire che queste preziose menzioni vengano scansionate e indicizzate, (1) creiamo un collegamento alle citazioni o (2) le aggiungiamo alla pagina di testimonianze / recensioni sul sito per offrire alle persone altre opzioni per lasciare recensioni e quindi inviare la pagina a Search Console . Funziona bene. 8) Recensioni: puoi posizionarti al primo posto nelle mappe e comunque non ottenere più traffico.

La verità è - le recensioni sono fondamentali per il CTR e le conversioni. Abbiamo uno strumento che abbiamo costruito internamente per aiutare i clienti a scalare la raccolta e la diffusione di recensioni positive sui principali siti di recensioni. 9) Strategia per le parole chiave: questo è uno sforzo continuo, ma una volta che avremo le basi SEO locali di base, inizieremo a costruire una strategia di parole chiave più ampia per catturare tutti i termini di prodotto / servizio principali, creare un elenco di argomenti basato su domande per catturare il traffico della canalizzazione centrale, quindi risalire la canalizzazione per creare un elenco enorme di idee per i contenuti del blog per indirizzare traffico e / o link. Ci sono altri passaggi che intraprendiamo, ma questo è il processo principale che eseguiamo quando ci impegniamo per la prima volta con una piccola impresa locale.


11) Mike Jolly

Direttore strategico presso DEJAN Marketing con oltre dieci anni di esperienza nel settore.

Mike Jolly

Sito internet / blog: https://dejanseo.com.au/

La migliore strategia SEO di Mike per le piccole imprese

Adoro quando una strategia SEO per piccole imprese utilizza tattiche che funzionano oltre Google. Ciò significa che i vantaggi che implementi per la SEO vanno oltre la ricerca organica. Un esempio potrebbe essere una strategia della comunità locale che coinvolge influencer locali, piccoli giornali, blog, club sportivi, scuole e simili.

Il valore sostenuto dell'impegno della comunità locale tende a durare in valore a lungo termine e persino ad aprire nuovi flussi di traffico e lead, ad esempio, i referral del passaparola.


12) Winston Burton

Winston Burton è il vicepresidente SEO di Acronimo con oltre dieci anni di esperienza nel marketing di ricerca. Prima di entrare a far parte di Acronimo, Winston è stato il vicepresidente SEO di Havas Media, una delle prime dieci agenzie pubblicitarie globali al mondo. Ha avviato la pratica SEO per Havas e ha costruito la pratica per includere clienti come Choice Hotels, Fidelity, Exxon, Volvo e Marc Jacobs. Winston ha guidato la strategia SEO tra cui content marketing, mobile, link building e tutte le aree tecniche della SEO.

Winston Burton

Sito internet / blog: https://www.acronym.com/

La migliore strategia SEO di Winston per le piccole imprese

Per le piccole imprese, La SEO locale è estremamente importante se hai un'attività locale. Assicurati che le tue schede in Google My Business siano configurate e verificate. Il tuo nome, indirizzo e numero di telefono sono impostati correttamente a livello di aggregatore per migliorare la precisione e rendere aggiornate tutte le informazioni sulla tua attività.

Assicurati sempre di avere recensioni positive e di ascoltare i tuoi clienti e rispondere alle domande in modo tempestivo, oltre a ottenere link e citazioni. È importante che il tuo sito web sia contrassegnato con dati strutturati. I dati strutturati aiutano Google a comprendere meglio i tuoi contenuti. È un segnale importante se vuoi che il tuo sito sia visibile all'interno della ricerca ed è una base per le macchine per comprendere il tuo contenuto.


13) Justin Aringa

Justin Herring è il co-fondatore di YEAH! Local, un'agenzia SEO boutique. Essendo stato personalmente scottato dalle aziende di SEO in passato, ha deciso di aprire la sua agenzia focalizzata sui "Risultati". Dopo aver visto come funzionava l'industria per anni, sapeva che c'era una nicchia per le società di marketing che facevano effettivamente quello che dicevano.

Justin-Aringa - Justin Aringa

Sito internet / blog: https://yeah-local.com/

La migliore strategia SEO di Justin per le piccole imprese

Qualsiasi strategia SEO deve iniziare con la ricerca per parole chiave. Vorrei utilizzare KWFinder per scoprire esattamente cosa stanno cercando i tuoi clienti o clienti e creare un elenco con un volume di ricerca decente. Quindi devi lavorare sulla strutturazione del tuo sito web in modo che corrisponda a quei termini.

Crea pagine separate per ogni servizio o prodotto che offri e, se locale, crea pagine per ogni città. È quindi necessario aggiungere le parole chiave ricercate nel titolo, nella descrizione, in H1 e in H2 più parole chiave simili in tutto il contenuto. Dagli una o due settimane per vedere dove ti stai presentando per quei termini e poi avvia la tua campagna di link building per aumentare le tue pagine nelle classifiche di Google.


14) Takeshi Young

Takeshi Young è il Digital Marketing Manager di Optimizely, con oltre un decennio di esperienza in SEO e marketing online.

Takeshi Young

Sito internet / blog: https://www.optimizely.com/

La migliore strategia SEO di Takeshi per le piccole imprese

Una delle cose con cui vedo le piccole imprese lottare quando si tratta di SEO è la creazione di collegamenti. Per iniziare a classificarsi per query di ricerca pertinenti, è necessario rafforzare la propria autorità di dominio creando collegamenti. Alcuni modi rapidi per iniziare sono le directory aziendali e i link dei tuoi partner commerciali e clienti.

Altre buone tattiche includono la sponsorizzazione di borse di studio e il contatto con le università, la pubblicazione di annunci di lavoro e sponsorizzazioni su siti Web, donazioni a enti di beneficenza e organizzazioni non profit e la sponsorizzazione di eventi e conferenze. Questi sono tutti collegamenti praticamente garantiti. Una volta che hai alcuni link decenti in atto, assicurati che il tuo sito sia impostato abbastanza bene (la maggior parte dei CMS moderni si prende cura della maggior parte di questo automaticamente) e inizia a creare contenuti pertinenti per la tua nicchia che prendono di mira parole chiave pertinenti.


15) Sean Si

Sean Si è CEO e fondatore di SEO Hacker, Qeryz, Sigil e Workplays. Una start-up, un'analisi dei dati e un drogato di urgenza che trascorre il suo tempo ispirando i giovani imprenditori attraverso conferenze e seminari.

Sean Si

Sito internet / blog: https://seo-hacker.net/

La migliore strategia SEO di Sean per le piccole imprese

Non è un gran segreto ma è decisamente sottovalutato. Io e il mio team produciamo contenuti utili, informativi e supportati da ricerche e fatti. Potrebbe non sembrare molto, ma la maggior parte del nostro traffico proviene da link che provengono da altri siti web. Allora, perché questi siti web si collegano ai nostri post? Perché altri webmaster sanno che il nostro post sul blog può essere utilizzato come fonte per le affermazioni che stanno facendo nei propri post del blog o anche come riferimento aggiuntivo per i propri contenuti.

Questa strategia non ci ha mai deluso e quando sento i SEO che dicono "scrivi per i motori di ricerca", penso subito al motivo per cui scrivo per gli utenti e non per i motori di ricerca. Questo perché quando si scrive un post sul blog o qualsiasi altro tipo di contenuto, le classifiche sono solo l'effetto consequenziale di avere contenuti di alta qualità, informativi e utili. Ovviamente, è necessario anche avere un sito Web ben ottimizzato e un ottimo profilo di collegamento, tuttavia, se il tuo contenuto non è all'altezza di altri fattori, avere un buon posizionamento è inutile se gli utenti non fanno quello che volevi loro fare (convertire, iscriversi, ecc.)


16) Craig Campbell

Craig è un consulente di marketing digitale con sede nel Regno Unito, con oltre 17 anni di esperienza.

campbell

Sito internet / blog: www.craigcampbellseo.co.uk

La migliore strategia SEO di Criag per le piccole imprese

Non esiste una strategia migliore che funzioni bene in ogni nicchia, alcune nicchie sono più competitive di altre.

Al di fuori di un bel sito con buoni inviti all'azione, caricamento veloce e mobile friendly con un SEO on-page decente, vuoi concentrarti su contenuti e link, queste sono le due parti principali della SEO che funzionano bene secondo me.

Quindi la mia strategia per una piccola impresa sarebbe quella di dedicare molta attenzione a questo nei primi giorni, mentre controlli regolarmente e ti mantieni in cima al sito stesso e troverai l'ago che si muove nella giusta direzione.


17) Shane Barker

Shane Barker è un consulente di marketing digitale specializzato in influencer marketing, lanci di prodotti, canalizzazioni di vendita, traffico mirato e conversioni di siti web. Si è consultato con aziende Fortune 500, influencer con prodotti digitali e un certo numero di celebrità di prim'ordine.

È il fondatore di Shane Barker Consulting e il co-fondatore e CEO di Content Solutions. Con oltre 15 anni di esperienza nel campo della SEO e del marketing digitale, Shane è uno dei principali leader di pensiero del settore.

Shane Barker: Shane Barker

Sito internet / blog: http://shanebarker.com/blog/

La migliore strategia SEO di Shane per le piccole imprese

Poiché le piccole imprese hanno una presenza geografica limitata e di solito sono localizzate in un paese o una regione, mi concentrerei sul rafforzamento della loro strategia SEO locale.

Ecco alcune strategie SEO locali che le piccole imprese possono utilizzare per far crescere la propria attività: Inserzioni di Google La prima e più importante cosa che le piccole imprese devono fare per la SEO è creare una scheda Google My Business. Fornisci dettagli di contatto accurati, link al tuo sito web e informazioni sulla società e assicurati anche di aggiungere una posizione precisa su Google Maps.

Di solito questa è la prima cosa che un utente vede se esegue una query di ricerca locale sulle attività commerciali della tua nicchia. Quindi, devi assicurarti che non debbano andare da nessun'altra parte e che possano passare direttamente al tuo sito web dalla tua scheda Google.

Elenchi di directory Anche gli elenchi di directory locali sono importanti piattaforme in cui è necessario elencare la propria attività. Queste directory vengono spesso visualizzate nella prima pagina dei risultati di ricerca di Google per le query locali. Quindi, è probabile che questi si posizionino più in alto del tuo sito web. Ecco perché è importante che tu sia elencato in tutte le directory locali importanti.

Una cosa che devi assicurarti è mantenere il tuo nome e le informazioni di contatto accurati e coerenti su tutte le piattaforme. In caso contrario, le persone potrebbero confondere e potrebbero non fidarsi della scheda e delle informazioni fornite. Targeting di parole chiave di ricerca locale Il modo migliore per indirizzare i potenziali clienti locali rilevanti per la tua attività è indirizzare parole chiave locali dalla tua nicchia.

Per trovare tali parole chiave locali puoi semplicemente utilizzare il Google Keyword Planner. È uno strumento gratuito che puoi utilizzare per trovare parole chiave locali rilevanti per il tuo settore o nicchia. Puoi utilizzare queste parole chiave per ottimizzare i contenuti del tuo sito web e migliorare le classifiche di ricerca per le query di ricerca locali. Rendi il tuo sito web ottimizzato per i dispositivi mobili La maggior parte delle query di ricerca locale vengono effettuate in movimento utilizzando dispositivi mobili.

Quindi, se il tuo sito web non risponde ai dispositivi mobili, stai perdendo molti potenziali clienti rilevanti per la tua attività. Ottimizza il tuo sito web per renderlo più mobile-friendly per indirizzare efficacemente questi potenziali clienti locali che hanno un'intenzione di acquisto elevata e possono essere facilmente convertiti. Per verificare quanto sia effettivamente ottimizzato per i dispositivi mobili il tuo sito web, puoi utilizzare il test di ottimizzazione mobile di Google. Puoi implementare soluzioni per rendere il tuo sito web ottimizzato per i dispositivi mobili e continuare a controllare utilizzando questo strumento fino a raggiungere il tuo obiettivo. Conclusione È possibile utilizzare le strategie SEO locali di cui sopra per far crescere la propria piccola impresa e mirare efficacemente a potenziali clienti locali con un'intenzione di acquisto elevata.


18) Bill Slawsky

Bill è l'autore di SEO by the Sea e il direttore della ricerca SEO di Go Fish Digital. Ha lavorato presso il tribunale di primo livello del Delaware prima di iniziare a promuovere i siti Web nel 1996.

Bill-Slawski

Sito internet / blog: http://www.seobythesea.com

La migliore strategia SEO di Bill per le piccole imprese

Il cuore della SEO è comunicare con il tuo pubblico ideale: impegnati nell'ascolto sociale e parla con chi risponde alle domande di quel pubblico su ciò che vuole apprendere e affronta tali domande e problemi sul tuo sito web. Impara le parole che usano per descrivere la tua attività e probabilmente utilizzeranno per cercare le tue pagine e si aspettano di vedere sul tuo sito.

Essere in grado di anticipare come potrebbero cercarti e quali domande potrebbero avere può aiutare ad avviare una conversazione tra loro e te. Pianifica la conversazione e aiutali a trasformarsi da consumatori a clienti.


19) Matt Janaway

CEO di Marketing Labs - agenzia digitale pluripremiata.

Matt-Janaway-

Sito internet / blog: https://marketinglabs.co.uk/

La migliore strategia SEO di Matt per le piccole imprese

La strategia SEO per le piccole imprese è semplice! Sii coerente in tutto ciò che fai. Dalla scrittura di post sul blog al mantenimento del tuo sito web aggiornato, non lasciare che le cose cadano nel dimenticatoio. Un ottimo trucco per rimanere coerenti all'interno di una piccola impresa è condividere il carico di lavoro tra il team: creare un calendario che stabilisca tempi ragionevoli per completare le attività.

Nel settore SEO, i premi a lungo termine richiedono tempo e, proprio come la tartaruga, gli sforzi continui mese dopo mese pagano sempre i dividendi rispetto a brevi esplosioni di attività digitale.


20) Eric Hébert

Eric è il fondatore di Evolvor Media, un impero dei media digitali in divenire con sede nel South Jersey. Eric lavora nello spazio SEO e Digital Media da oltre 15 anni e ama parlare con i proprietari di piccole imprese su come la ricerca possa diventare un canale importante per la generazione di lead e vendite.

Eric Hebert

Sito internet / blog: https://evolvor.com

La migliore strategia SEO di Eric per le piccole imprese

Trova un budget per una campagna AdWords intelligente e ottimizzata, monitora i tuoi obiettivi per vedere quali parole chiave convertono meglio e rendile al centro della tua strategia di ricerca organica!


21) Fili

Fili è un rinomato esperto tecnico di SEO, ex ingegnere di Google ed è stato un responsabile tecnico senior nel team di qualità della ricerca di Google. A SearchBrothers.com offre servizi di consulenza SEO con Audit SEO, Seminari SEO e recupera con successo i siti web dalle sanzioni di Google.

Fili Wiese

Sito internet / blog: https://www.searchbrothers.com/

La migliore strategia SEO di Fili per le piccole imprese

Le piccole imprese tendono a operare con un budget SEO limitato, motivo per cui devono scegliere con attenzione il loro obiettivo. Ci sono ovviamente regole di base sui contenuti da seguire, specialmente per qualsiasi azienda che opera in una nicchia e / o in una regione ben definita. Il contenuto del sito deve riflettere queste realtà, oltre a delineare chiaramente la loro proposta di vendita unica.

Ciò, tuttavia, potrebbe non essere ancora sufficiente per far pendere la scala nella Ricerca Google a favore del sito, soprattutto quando i loro concorrenti sembrano simili. È qui che le prestazioni del sito possono diventare un fattore decisivo dal punto di vista SEO. A parità di condizioni, Google tende a mostrare una preferenza per il sito che fornisce un servizio più veloce agli utenti.

Ora la messa a punto delle prestazioni del sito è sia un'arte che una scienza in sé e può richiedere molto lavoro. Ma alcuni passaggi sono più facili di altri, come scegliere l'unico provider di hosting che non può essere superato: Google Cloud Services. Successivamente, all'elevatissima affidabilità, che garantisce che né volumi di traffico elevati né potenziali attacchi DOS possano compromettere il tempo di attività, ci sono due vantaggi SEO ereditari. Google sta fornendo un servizio di hosting particolarmente veloce, che è un segnale positivo per i bot di Google ma che tende anche a rafforzare i segnali positivi degli utenti, fornendo ciò che gli utenti cercano in pochissimo tempo e riducendo così le frequenze di rimbalzo.

Un ulteriore vantaggio è dato dal fatto che il sito è ospitato "il più vicino possibile" a Googlebot, aumentando ulteriormente i segnali di rendimento del sito. L'esperienza mostra costantemente che le piccole e medie imprese la cui infrastruttura è spesso frenata da decisioni legacy, competenze tecniche interne limitate e una comprensibile esitazione a passare a un nuovo servizio di hosting sono spesso quelle con i maggiori guadagni da ottenere.

La decisione se prendere in considerazione la mossa, per cominciare, non deve essere presa per capriccio. Google Lighthouse può essere di grande aiuto per valutare le prestazioni di qualsiasi sito Web, inclusi i siti della concorrenza. Ci sono ovviamente oltre alle prestazioni del sito innumerevoli altri passaggi SEO che possono essere considerati. Quelli con il più alto potenziale di aumentare la visibilità della ricerca organica possono essere identificati quando viene condotto un audit tecnico, compresa la scansione, l'indagine e l'analisi dei segnali dei siti in e fuori pagina.


22)Craig Murphy

Fondatore di ALT Agency - Un'agenzia di web design con sede a Birmingham che aiuta i clienti a ottenere più vendite e conversioni dal loro sito web utilizzando la psicologia delle vendite online.

Craig Murphy

Sito internet / blog: https://www.altagency.co.uk/

La migliore strategia SEO di Criag per le piccole imprese

Per noi, quello che stiamo trovando funziona bene al momento è tornare indietro e aggiornare gli articoli più vecchi e aggiornarli per il 2019. Aggiungendo nuovi paragrafi che sono solo di puro valore e rispetto al 2019 stiamo scoprendo che a Google piace l'aggiornamento dei contenuti , si posiziona più in alto in Google e in tutte le pagine a cui si collega il contenuto per ottenere un leggero aumento anche delle classifiche.


Verdetto finale: La migliore strategia SEO per le piccole imprese 

A partire da ora, potresti avere una visione chiara della migliore strategia SEO per le piccole imprese. Puoi applicare i consigli di questi esperti per creare campagne SEO più redditizie per la tua piccola impresa.

Quale consiglio dell'esperto SEO ti è piaciuto di più, dicci nella sezione commenti qui sotto.

E se trovi utile questo Expert Roundup Post, condividilo gentilmente su varie piattaforme di social media come Facebook, Twitter e Linked.

Jitendra Vaswani
Questo autore è verificato su BloggersIdeas.com

Jitendra Vaswani è un marketer digitale di prim'ordine riconosciuto per la sua vasta esperienza nel settore. Ha parlato in eventi internazionali e ha fondato Digiexe.com, un'agenzia di marketing digitale e Bytegain.com, uno strumento per il SEO copywriting e il SEO locale. Con oltre dieci anni di esperienza, Vaswani ha avuto un impatto significativo nel marketing digitale. È anche l'autore di "Inside A Hustler's Brain: In Pursuit of Financial Freedom", che ha venduto oltre 20,000 copie in tutto il mondo e ha ottenuto consensi internazionali. Il suo lavoro continua a ispirare molti nel mondo del marketing digitale.

Divulgazione di affiliazione: In piena trasparenza - alcuni dei link sul nostro sito web sono link di affiliazione, se li utilizzi per effettuare un acquisto guadagneremo una commissione senza costi aggiuntivi per te (nessuna!).

Commenti (2)

  1. Beat eccellente! Vorrei apprendista mentre modifichi il tuo sito web,
    come posso iscrivermi a un sito web di blog? L'account mi ha aiutato a un accordo accettabile.
    Ero stato un po 'a conoscenza di ciò che la tua trasmissione ha fornito un concetto chiaro e chiaro

  2. Supponiamo, se abbiamo scelto alcune parole chiave per il nostro sito web e stanno andando bene, ma non stanno ottenendo abbastanza vendite. Cosa si può fare in questo caso?

    2 ° punto: se scelgo altre parole chiave per il sito Web, quale sarebbe il modo migliore per indirizzarle? Su nuove pagine o su quelle esistenti in modo che possano trarre vantaggio dai backlink che ho già creato.

    Spero che abbia un senso.

Lascia un tuo commento